sabato 31 dicembre 2011

Doodle Google: auguri di Capodanno in tutte le lingue








Oggi 30 dicembre 2011, ecco puntuali gli Auguri per il nuovo anno da parte dell'azienda di Mountain View, che dedica a tutto il mondo con questo coloratissimo e simpatico Doodle.
Se provate a passare il mouse sopra appare la scritta: " Vigilia di Capodanno". Il logo è stato tradotto in lingue e significati diversi; in Italia, "Vigilia di Capodanno", in Australia , Inghilterra e in America è " Happy New Year", invece in Spagna è "Nochevieja", in Francia è "Bonne année!", in Germania è "Frohes neues  Jahr", mentre in Russia è "C новым годом". 


Allora un Felice 2012 a tutti!

sabato 24 dicembre 2011

Doodle Google: Logo " Jingle Bells"





 Oggi 24 dicembre 2011, Google ci augura "Buone Feste" con un simpatico e nuovo Doodle animato, interattivo e musicale, perchè se provate a schiacciare il pulasantini sotto alle corrispettive lettere, le luci si spengono e la G di Google diventa un fiocco di neve, la O un babbo natale, la seconda O una campana, la seconda G un pupazzo di neve, la L una candela, la E un pacco regalo. E se premete la nota musicale . . .  musica maestro! Parte la tradizionale canzoncina natalizia "Jingle Bells" e sarete mandati alla schermata con la scritta "buone feste".



Ma i regali di Google non sono finiti! Provate a scrivere nel browser "Let it snow" senza li apici, premete invio e aspettate un pò.  Vedrete scendere la neve! Lo schermo del vostro Pc si coprirà tutto e si appannerà . . .  e potrete addirittura divertirvi scrivendoci sopra con il mouse. Poi se volete pulirlo schiacciate il pulsante in alto azzurro, con la scritta "Defrost", lo chermo si pulisce ma la neve continua a scendere e, di nuovo l'effetto si ripete . . . . .  

E l'effetto "monitor imbiancato" anche su Youtube, sempre scrivendo . . . let it snow. 
Anche questa volta google ci ha sorpresi! 

Buone feste a tutti !
Clicca qui se vuoi vedere il Doodle "Buone Feste": http://www.google.it/webhp?hl=it 

Infine sotto c'è scritto "Segui Babbo Natale" su Google Maps alla vigilia di natale.
Se provate a cliccarci vi troverete qui!



lunedì 19 dicembre 2011

Nostro è il Natale!





Il poeta cubano Luis Bernal Lumpuy ha scritto questa poesia per farci capire il proposito del vero Natale.

" Mentre il mondo celebra con banchetti,
brindisi, regali e giocattoli, questa data senza pari;
ricordiamo, amici miei, nostro è il Natale!

Non è una festa per far l'uomo divertire,
non è solo motivo per far ridere e cantare.

Bisogna dire a questo paese ciò che è il Natale!
Come i maghi d'Oriente, mettiamo anche noi
i nostri talenti davanti al Re che presto viene per la sua Chesa.

Che possa gridare l'anima: "Mio" è il Natale!"



Penso che oggi l'uomo abbia bisogno che nel suo cuore rinasca quel Gesù che offre amore e pace in abbondanza.
E allora con giubilo celebriamo il nostro Natale!


Un Buon Tuo Natale!

martedì 13 dicembre 2011

Robert Noyce: il papà del microchip








Ieri 12 dicembre 2011 Boogle celebrava l'84° anniversario della nascita di Robert Noyce, il papà del microchip. E così logo google per l'occasione si è trasformato in un microchip dove dentro c'era scritto Google.

Robert Norton Noyce, nato il 12 dicembre 1927 a Burlington e morto il 3 giugno 1990 ad Austin, è l'inventore ufficiale del microchip a base di silicio e germanio che ancora domina fortemente il mercato dell'elettronica, in collaborazione con Jack Kilby. La soluzio0ne da lui inventata, nonostante sia targata 1958, è  tuttora alla base dei microprocessori CMOS. Questa è l'invenzione che ha poi pochi anni dopo ispirato l'italiano Federico Faggin, creatore del primo processore Intel, il 4004, nel 1968.

Robert Norton Noyce (1927-1990)



Noyce si è diplomato in fisica nel 1949 al Grinnell College e nel 1954 il dottorato (PhD) al Massachusetts Institute of Tecnology (MIT). Lui ha condotto una vita di genio e sgretolatezza, con brutte bravate al college, al limite dell'espulsione e altri episodi particolari

giovedì 8 dicembre 2011

Diego Rivera: muralista messicano

Oggi Google ci propone un nuovo Doodle logo personalizzato, dedicato al pittore messicano, Diego Rivera, che infatti è nato l'8 dicembre 1886 a Guanajuto in Messico, 125 anni fa.







Il logo è un'mmagine in cui sono presenti, Rivera su un'impalcatura intento a dipingere, che rappresenta infatti una "rivisitazione" delle tematiche utilizzate prevalentemente nei murales del pittore, e la moglie Frida Kahlo ( fra le due donne situate a destra, è quella con i fiori rossi fra i capelli).


Diego Rivera è uno dei più importanti artisti del paese americano, noto principalmente per la sua attività di muralista. Il pittore, assieme a Josè Clemente Orozco e David Alfaro Siqueiros, realizzò grandi affreschi murali con uno stile semplificato e colori vivi, che spesso ritraevano scene della Rivoluzione massicana. Infatti da molti murales dell'artista, realizzate in gran parte su edifici  pubblici, traspare inoltre il suo impegno politico e l'appoggio agli ideali della Rivoluzione messicana.

Fino alla metà del 1916 visse tra Messico, Spagna e Italia dove frequentò in tellettuali come, Pablo Picasso, Amedeo Modigliani, che gli fece anche un ritratto .

Le oper di Diego Rivera si caratterizzano soprattutto per le forti tematiche sociali in esse contenute, affiancate anche da legami con i temi della  tradizione sociale-culturale indigena del Messico. Ma realizzò anche numerose opere negli Sati Uniti, in cui le sue tematiche comuniste provocarono molte polemiche sulla stampa.

E per quanto riguarda la sua vita privata, va ricordato il suo legame sentimentale con un'altro personaggio altrettanto famoso e artista del suo paese, Frida Kahlo, pittrice, con la quale si sposò ben due volte, la prima nel 1929 e la seconda nel 1940.

E come sempre puntando il mouse sull'immagine appare la scritta, "125° anniversario dlla nascita di Diego Rivera. Per gentile concessione di Banco de México Diego Rivera & Frida Kahlo Museums Trust / Artist Rights Society (ARS)". 


Diego Rivera - ritratto di Natascia




Diego Rivera - La venditrice di calle


Le bellissime donne di Diego Rivera

lunedì 5 dicembre 2011

Come la rosa




" Il deserto e la terra arida si rallegreranno,

la solitudine gioirà e fiorirà come la rosa! ".

(Bibbia - Isaia 35:1)

Una cosa nuova





 " Ecco, Io faccio una cosa nuova;

essa germoglierà!

la riconoscerete voi?

Sì, aprirò una strada nel deserto,

farò scorrere fiumi nella solitudune! "


(Bibbia- Isaia 43: 19)

domenica 4 dicembre 2011

Ricevi il sogno che Dio a per te!







Molti anni fa qualcuno disse ad una bambina che era un sognatrice che, non avrebbe fatto niente di buono nella sua vita.

Quella bambina è cresciuto e con lei sono cresciuti i suoi sogni.

Oggi quella donna sta ancora sognando, ma sogna i suoi sogni del cielo che nella realtà, diventano miracoli.

Ricevi il sogno che Dio ha dato per te, afferalo, custodiscilo, proteggilo e combatti per lui e non lasciarlo volare via mai . . . perché diventerà realtà!


Questo è un messaggio che voglio dare  a tutte le donne . . . i sogni diventano realtà solo con Dio!

Danzando con un Sogno
















Volteggiando
sospesa,
sguardo fiero
con labbra di miele
stillato dalle parole soavi
di un cuore nuovo.

Battito intenso
dai profumi sconosciuti
in questa età,
per vivere l'Eternità
nella sua grandezza.

profondità mai viste,
e trasparenze
nell'essenza di vita,
sofferta fino ad ora
ma pronta
per vederre e conoscere,
sperando ancora.








Delicati equilibri
danzano
dentro e fuori di te
sostenuti da risposte importanti
ai tuoi mille perché.

Ora 
movimento
di mani leggere
distese fra braccia
d'Amore
vivendo la pienezza
di un sogno
nella notte soffocante
di angoscianti solitudini
amiche della paura.

Danza pure, ora,
se vuoi,
leggerezza di un vento libero
che corre senza confini
solcando i cieli
per entrare nel luogo segreto
dove nascondersi,
nel rifugio sicuro.

Ed ecco,
ancora una volta,
una favola
diventa realtà.



( di Lorenzo L.)






 

sabato 3 dicembre 2011

Donna di valore

 Donna di valore,
eccoti lì,
nei silenziosi
ricami d'amore
che intessono
improbabili storie,
parole e muti pensieri
nei diari segreti
racchiusi nel tuo cuore.







Eccoti lì,
nel valore
di una conquista
che riga la schiena.


Cuore di valore
in quelle grida e travagli
di una storia segnata
dall'incomprensione
di una carezza mancata,
tradita ed abbandonata
nel vento dell'autunno.


Donna di valore,
eccoti lì
nella rabbia urlata per strada
perché della solitudine
ne hai abbastanza.


Eccoti ancora lì,
stretta e forte
nelle tue debolezze
nascoste,
ostentando
quello che non hai avuto mai.


Cammini di valore
in valore
nella storia
per conoscere
chi sei, prezioso sigillo,
nel cuore dell'eternità.


Ora,
ogni traguardo è raggiunto,
hai conquistato,
perdendo un pò di te.


Riprendi quel coraggio
di molto tempo fa
riprendi quella libertà
nascosta e soffocata
da troppe 
e sbagliate volontà.


Brusio di voci e pensieri fuorvianti
di chi ha usato
la tua bellezza
per distruggere nell'anima.


Ora, tempo di riscatto,
di nuovi germogli 
e fioriture dai fragranti aromi
che spandono
un profumo soave 
divenuto leggero
dai troppi pesi.


Ricordo di libertà
persa e mai ritrovata.
Eccoti lì,
adesso pronta
per essere accolta di nuovo
nel tuo cuore,
se dirai ancora una volta
Sì,
sarai solo così,
Donna di valore.

(Autore sconosciuto)

Nino Rota: una vita da compositore


Oggi 3 novembre 2011, a distanza di 10 giorni, dall'ultimo Doodle, quello dedicato a Mark Lem, Google ci allieta con un'altro suo "scarabocchio", ma questa volta dedicato al musicista e compositore, Giovanni Rota Rinaldi, in arte Nino Rota. Il logo che, Google ha scelto per i suoi navigatori, è un fumetto che lo ritrae seduto a suonare al pianoforte, sullo sfondo di un palcoscenico che illumina le lettere di Google. E come sempre scorrendo il puntatore del mouse sopra il Doodle si legge 100° anniversario della nascita di Nino Rota.



 Nato a Milano il 3 dicembre 1911, si è fatto conoscere componendo alcune delle musiche, colonne sonore, per importanti e cult film come "Il Padrino", "Amarcord" e "Assassino sul Nilo".



Sue sono le firme nelle musiche di film importanti, tra cui "La dolce vita","Il Gattopardo", "La bisbetica domata", "Le notti bianche", "La strada" e "Le notti di Cabiria"

Si può dire che, Nino rota ha vissuto una vita da compositore fino alla morte.
Nel 1944 conosce Federico Fellini grazie alla realizzazione dell'accompagnamento musicale per il film "Zazà" di Renato Castellani.
Tra i due nasce un'amicizia destinata a durare, così tanto da portare ad importanti collaborazioni per film. Nel 1972, compone le musiche del film "Il Padrino" e due anni dopo vince l'Oscar alla migliore colonna sonora per le musiche del film, "Il Padrino - Parte II°". Nel 1977, il David di Donatello per il migliore musicista, per il film "Il Casanova" di Federico Fellini.

Ma Nino Rota produce anche musica per orchestra, da camera e vocale, oltre a numerose liriche tra le quali ricordiamo "Il cappello di paglia di Firenze".


Il 10 aprile 1979 a Roma, il compositore muore poco dopo la fine delle registrazioni della colonna sonora "Prova d'orchestra" di Federico Fellini, lasciandoci un vasto repertorio, uno di quelli che si custodiscono perché sono un "patrimonio nazionale" e di questo Google è cosciente, ecco perchè oggi celebra la sua nascita!

E io ovviamente lo pubblico qui nel mio blog, perchè è sempre una gioia vedere un nuovo e diverso Doodle di Google.

In attesa del prossimo doodles, ascoltatevi questo video . . . l'audio non è un granché, ma la scenografia è bellissima, a sfondo blu . . . .


Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...

GRAZIE DELLA VISITA !

GRAZIE DELLA VISITA !
Iscriviti al mio Blog ed io sarò felice di ricambiarti

"Iscriviti per e-mail!